PRECIOUS E LE SCIMMIE di Alexander McCall Smith – Traduzione di Serena Bertetto – Illustrazioni di Iain McIntosh

Ecco i profumi e i colori d’Africa in un libro per bambini che ci spiega con chiarezza come l’indagare sui dettagli di ciò che accade, oltrepassando la superficie, aiuti sempre a comprendere meglio ciò che ci circonda e a non rimanere vittime delle apparenze. Assolutamente consigliato per i motivi che potrete approfondire in questo articolo.

Annunci

PERSI DI VISTA di Yaël Hassan e Rachel Hausfater – Traduzione di Gianna Re

Ecco un testo di cui consiglio vivamente la lettura, per i motivi che potrete approfondire in questo articolo, un romanzo per ragazzi che non solo aiuta i giovani ad apprezzare il piacere della lettura ma che, mostrando il progredire dell’interazione fra mondi opposti, fra esperienza e ingenuità, Chagal e i graffiti, Salinger e il rap di Stromae, evidenzia l’affiorare della vera comprensione e del vero rispetto e mostra come avere riguardo della propria natura, al di là delle delusioni, dell’orgoglio, delle convenzioni e dell’impoverimento morale dilagante.

IL GIRO DELL’OCA di Erri De Luca

Per raccontare una vita non basta una vita, così coloro che ci provano spesso non riescono a riassumerla in meno di una miriade di pagine rilegate in robuste copertine rigide, ma Erri De Luca, con questo libro, ha stabilito un'eccezione alla regola e, grazie alle immagini che è riuscito a creare e al lirismo che lo ha animato, ha saputo riporre in uno scrigno di appena 122 pagine gran parte della materia dell’esistere. “Il giro dell’oca” sviluppa una conversazione tra lo scrittore e un figlio mai venuto al mondo e non posso che consigliarne la lettura perché abbatte le convenzioni e ci fa annusare l’immensità del nostro divenire.

IL SILENZIO di Erling Kagge

Forse è arrivato il momento di spegnere il rumore assordante che ci circonda, le luci e i fasti che ci accecano, chiudere tutto il resto fuori da noi e rivolgere l’attenzione alla nostra interiorità, usando la natura che ci circonda come introduzione alla lettura e il suo linguaggio preferito, il silenzio, come soluzione al nostro dolore. Un invito a scoprire il silenzio ci è offerto da “Il silenzio” di Erling Kagge, edito da Einaudi, un libro che profuma di verità, sperimentata e scoperta personalmente dall’autore norvegese, che è considerato uno dei più grandi esploratori del nostro tempo e che fu il primo uomo a raggiungere i “tre Poli”, il Polo Sud in solitaria, il Polo Nord e una cima dell’Everest. Nel libro l’autore cerca la risposta a tre domande: “Che cos’è il silenzio?”, “Dove lo si trova?” e “Perché oggi è più importante che mai?”. Ne trova ben trentatré, trasformandole in altrettanti capitoli di un testo che risulta estremamente efficace. Kagge, infatti, come i migliori insegnanti, si adatta alle nostre esigenze di schiavi della velocità, sfruttando le proprie conoscenze per fornirci un’abile sintesi, ricca di significati e condensata in capitoli succinti e chiari e, così facendo, permette a chiunque di comprendere ciò che intende suggerire, l’unica vera soluzione al nostro disagio.

ELOGIO DELLA LENTEZZA di Lamberto Maffei

Il valore dell’uomo e la sua felicità non sono misurabili e sono strettamente connessi a piaceri che necessitano di preparazione per essere apprezzati, come la poesia, la contemplazione, il gioco, il pensare per il pensare …Ciononostante l’economia e la tecnologia, generando mutamenti sociali di portata sorprendente e una vera e propria accelerazione del tempo, hanno determinato una maggiore diffusione del pensiero rapido, con tutto quel che ne consegue. Il cervello umano, tuttavia, è stato costruito con la tecnica della lentezza e, anche grazie a essa, si è differenziato. Occorre riflettere con attenzione su questo aspetto e, in tal senso, non posso che consigliare la lettura di “Elogio della lentezza”, di Lamberto Maffei, edito da “il Mulino”, perché, in questo affascinante libro, l’autore, che è uno dei maggiori esperti internazionali di neuroscienze, ci offre le proprie notevoli competenze senza dimenticare di tradurle in un linguaggio ampiamente comprensibile, dandoci così modo di comprendere appieno quanto sta accadendo e le nostre volontà a riguardo.

LA PASSIONE RIBELLE di Paola Mastrocola

Di fronte all’inconsistenza di questi tempi moderni che sembrano addestrarci alla passività e che ci travolgono giustificandosi con una nostra volontà solo apparente, credo valga la pena leggere “La passione ribelle” di Paola Mastrocola, edito da Laterza. In questo libro, infatti, l’autrice, con sagacia, evidenza come quella di “studiare” sia un’azione ormai dimenticata e rifiutata, invitandoci a riconsiderarla per riprenderci una libertà che, con l’inganno, ci è stata sottratta. Intendo la libertà di non dover produrre nulla e di concederci tutto il tempo necessario per approfondire argomenti, indugiare, riflettere, ragionare, farci compenetrare…nel pieno rispetto di noi stessi e della nostra unicità.

PAOLA MASTROCOLA – La passione ribelle

"La maggioranza dei libri che leggiamo e studiamo sembrano sparire nel nulla. In realtà, credo che vadano a finire in qualche parte segreta di noi che non controlliamo consapevolmente, ma che fa di noi quello che siamo. Meglio così. La consapevolezza di una lettura è solo erudizione, serve allo sfoggio di apparire colto tra i... Continue Reading →

LA VITA AL TEMPO DELLA CRISI di Amalia Signorelli

Quella che ci ha aggredito è solo una crisi economico – finanziaria o una vera e propria crisi culturale? In “La vita al tempo della crisi”, edito da Giulio Einaudi Editore, Amalia Signorelli ha svolto un esame scrupoloso della situazione attuale ponendosi proprio l’obiettivo di rispondere a questa domanda. Mentre ci ritroviamo a sperimentare nuovi comportamenti, spazi e valori, l’Autrice indaga nelle nostre esperienze concrete post-crisi, esplorando i cambiamenti intervenuti in ciò che governa il nostro agire quotidiano, in diversi campi d’azione (riproduzione, lavoro, rapporto con le istituzioni e partecipazione politica). A quanto pare è finito il tempo in cui era sempre disponibile una soluzione praticabile, ora le soluzioni efficaci si mostrano solo parzialmente o sono del tutto impraticabili e, purtroppo, l’universo giovanile è stato quello maggiormente ferito dalla crisi. Di fronte al fallimento delle vecchie strutture sociali e alla privazione di modelli o punti di riferimento convincenti e stabili, è innegabile che i ragazzi non riescono più a fare progetti né a darsi programmi, ma è altrettanto innegabile che hanno anche una grande possibilità. Nel largo spazio che la crisi culturale sta lasciando alla sperimentazione di nuovi modelli, stili di vita e gerarchie di valori, i ragazzi possono trovare la possibilità di inventare una nuova realtà e offrirci un futuro migliore.

HAZLITT WILLIAM – Saggi Politici, 1819

"L’amore per la libertà, è l’amore per gli altri; l’amore per il potere è l’amore per noi stessi"

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: